Itinerari in Puglia

Itinerari turistici in Puglia

Itinerari turistici in Puglia

L’Hotel La Sorente si trova a Savelletri, in provincia di Fasano (Brindisi), ed è il punto di riferimento ideale per tutti coloro che desiderano trascorrere una vacanza tra il mare, la natura e la visita delle principali località della Puglia più bella, mete del turismo storico-culturale.Passare attraverso la quotidianità della gente, qui, in terra pugliese, è come vivere un pezzo della loro storia. Da non perdere questa straordinaria opportunità.”

 

castellana

Le Grotte di Castellana, scoperte nel 1938, si trovano a 2 Km dal centro abitato, e sono il complesso speleologico più noto ed importante di tutta l’Italia. Sono nate dal percorso di un antico fiume sotterraneo che ha scavato la roccia calcarea di cui è ricca la murgia barese, e presentano stalattiti e stalagmiti e sorprendenti gallerie che si aprono in certi punti in artistiche e grandiose caverne. 

alero

Alberobello. L’immagine del trullo, costruzione rurale senza tempo, è da sempre associata alla Puglia come una delle espressioni più tipiche della sua anima contadina. Popola le province di Bari, Brindisi e Taranto, trovando la consacrazione assoluta e monumentale nella città di Alberobello. La città fatta di trulli, occupa un terreno fortemente sottoposto all’azione erosiva delle acque meteoriche, tanto in superficie quanto in profondità.

mat

Matera Capitale Europea della cultura 2019 dichiarata patrimonio mondiale dell’Unesco è una storica cittadina caratterizzata da un patrimonio ricchissimo di attrattive naturali e culturali. E’ la città interamente scavata nei Sassi: la città delle caverne, dei villaggi trincerati, delle case contadine scavate nella roccia, delle Chiese rupestri affrescate, delle grandi chiese romanico –pugliesi e barocche e degli importanti Palazzotti nobiliari.

monte

Castel del Monte. Situato sulla sommità di una collina, risale al 1240 e rappresenta sicuramente la più celebre testimonianza dell’estro architettonico di Federico II. Il misterioso edificio si caratterizza per la figura ottagonale che crea un indecifrabile spettacolo di luci ed ombre; su ogni spigolo del perfetto poligono poggiano altrettante torri dalla stessa forma ottagonale. All’interno vi sono due piani, ognuno dei quali presenta otto stanze.

monopoli

Monopoli. Tra le città più belle della costa pugliese, Monopoli rappresenta uno dei porti più attivi e popolosi sull’Adriatico. Il suo caratteristico centro storico di origine alto-medievale, sovrapposto al fortificato centro messapico del V secolo a.C., si affaccia sul mare, circondato da alte mura. Monopoli è anche detta la città delle cento contrade, nome dato dalle numerose località denominate contrade, i cui toponimi rievocano antichi casali scomparsi.

fasano

Fasano: conosciuta anche come ”Città dell’ olio”, per la fama rinomata di produzione di oli di altissima qualità. La città è situata al centro di un immaginario triangolo che ha per vertici le città di Bari, Brindisi e Taranto, e segna il confine tra il Salento e la Terra di Bari. La sua storia prende origine dalla distruzione di Egnazia e dalla fuga degli abitanti delle cittadine della costa, che, per scampare alle razzie dei pirati e cercare posti più sicuri, si inerpicavano sulle colline.

canne

Torre Canne:  Da oltre un secolo le sorgenti termali di Torre Canne sono conosciute per le loro virtù terapeutiche. Un parco di conifere e tamerici racchiude 11 polle provenienti da corsi d’acqua sotterranei, alimentati da bacini imbriferi, costituiti in seguito a fratture del suolo per fenomeni tellurici verificatisi nel periodo mesozoico. Le terme di Torre Canne sono uno dei più prestigiosi e attrezzati complessi termali della Puglia. 

lecc

Lecce. Città d’arte del Meridione italiano, è nota come “la Firenze del Sud” o la “Firenze del Barocco”: le antichissime origini messapiche e i resti archeologici della dominazione romana si mescolano infatti alla ricchezza e all’esuberanza del barocco, tipicamente seicentesco, delle chiese e dei palazzi del centro, costruiti in pietra leccese, un calcare malleabile e molto adatto alla lavorazione con lo scalpello. Sorge a 11 chilometri dalla costa adriatica e a 23 da quella ionica.